Podere la Branda

null
BioAgriResort 

Denominazione

Podere La Branda BioAgriResort di Gioacchino Sansoni Az. Agr.

Tipo di organizzazione

Agriturismo

Sede

Strada Forocassio,13 01010 Vetralla (VT) www.poderelabranda.it

Recapiti (tel., e-mail)

0761/477174 328/2358112 329/4284226 contatti@poderelabranda.it

Responsabile

Antonella Cau e Gioacchino Sansoni

Ubicazione ed estensione

Vetralla, Nepi e Capranica – Tot. 110 ha circa

Strutture e risorse logistiche

Agriturismo con ristorazione e ospitalità. Magazzini Aziendali

Risorse umane e collaboratori

Dipendenti a tempo indeterminato e determinato. Collaborazioni esterne

Cosa Facciamo
Podere La Branda è sito alle pendici del Monte Fogliano, lungo la Via Francigena, in un parco con alberi secolari, a 10 km dal lago di Vico e 60 km da Roma.

Le tradizioni agricole della famiglia nobiliare Sansoni-Luzi, risalenti ai tempi dello Stato Pontificio, sono state recuperate dalla nuova generazione rappresentata da Gioacchino e Antonella che, partendo dalle diverse esperienze professionali e personali, hanno fondato qui la loro nuova famiglia e creato un luogo di armonia ove immergersi consapevolmente nella Natura.
Ha una produzione agricola biologica certificata. È iscritta all’Albo delle agrifattorie didattiche della provincia di Viterbo, socia AIAB (Associazione Italiana Agricoltura Biologica), aderisce al progetto Fattorie del Panda del WWF Italia, è iscritta nella Rete delle Fattorie Sociali e collabora da anni con la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi della Tuscia – Dipartimento di Economia Agraria in progetti di sviluppo dell’agricoltura sociale.
E’ inoltre certificata per la produzione di crediti da rimozione di CO2 con la norma BNeutral.

Ristorazione biologica e accoglienza agrituristica

attiva tutto l’anno su prenotazione.
Dati quantitativi: da un minimo di 15 ad un massimo di 250 ospiti per la ristorazione; circa 35/40 posti letto.
Processi operativi: preparazioni alimentari; pulizie cucina/appartamenti/sale comuni; allestimenti e mise en place; accoglienza ospiti/reception; somministrazione alimenti; servizio di sala; cura e manutenzione parco (opere di giardinaggio con attrezzature specifiche e manuali)
Necessità di attestazione HACCP.
Rischi specifici delle attrezzature utilizzate (motosega, decespugliatore, tagliasiepi, zappe…)
Il periodo di maggiore affluenza va da marzo ad ottobre

Produzione agricola

Produzione agricola: olivo, nocciolo, ortaggi diversi, cereali, foraggiere, conserve e trasformazione prodotti.
Dati quantitativi: azienda con estensione di circa 110 ha; olivo 4 ha, nocciolo 4 ha, ortaggi 4 ha.
Processi operativi: potature; raccolte; piantumazioni; cure colturali specifiche; gestione processi irrigui
Rischi delle diverse attività per l’uso di attrezzature specifiche (trattore, motozappa, zappa, tagliasiepi, motosega, svettatoi, scale). Preferibile possesso patentino per i trattori.

Attività didattica e campi estivi residenziali

Attività didattica e campi estivi residenziali per bambini e ragazzi.
Attività di educazione ambientale per scuole e gruppi, attiva tutto l’anno, con un minimo di 15 partecipanti.
Processi operativi: preparazione; accoglienza ospiti; descrizione aziendale; descrizione attività didattica; formazione specifica teorica e in campo; attività di gioco e animazione; cura e sorveglianza ospiti; somministrazione cibi. Necessità di attestazione HACCP e formazione specifica.
Principali conoscenze ed esperienze nel campo dell’ agricoltura sociale

Sensibili alla tematica, tra i partecipanti fin dai primi passi dei lavori dell’Università della Tuscia Dip. DEAR con il Prof. Saverio Senni ed il Prof. Silvio Franco.
Il referente è stato il coordinatore del I Master in Agricoltura Sociale presso la stessa università nonché relatore in diversi convegni e workshop. Sono stati effettuati alcuni inserimenti in azienda con il servizio di collocamento mirato della Provincia di Viterbo.

Prospettive e ipotesi di sviluppo aziendale, con particolare riferimento all’agricoltura sociale

Miglioramento delle risorse interne aziendali e posizionamento sul mercato di riferimento per la produzione di prodotti biologici ed ecosostenibili. Offerta di servizi orientati all’ospitalità “green” ed inclusiva.